• +39 02.5832.0773
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tumore della prostata a basso rischio: nuove evidenze a sostegno dell’efficacia della Sorveglianza Attiva

Per il tumore della prostata a basso rischio di progressione la Sorveglianza Attiva si conferma come alternativa efficace all'intervento chirurgico o alla radioterapia: lo rivela un nuovo studio americano che ne ha valutato gli esiti a lungo termine su oltre duemila pazienti.

Nei casi di tumore della prostata a basso rischio, l’approccio della Sorveglianza Attiva – che comprende regolari controlli del PSA, biopsie e visite urologiche – in alternativa all’intervento immediato con la chirurgia o la radioterapia, ha un duplice obiettivo: da un lato ridurre terapie non necessarie e i relativi effetti collaterali, dall’altro assicurare il trattamento tempestivo dei tumori che nel tempo si rivelano aggressivi.

Secondo una stima dell'American Cancer Society, i casi di tumore della prostata che alla diagnosi risultano a basso rischio sono oltre il 30%. Dal momento che il ricorso alla Sorveglianza Attiva interessa un numero crescente di pazienti, è necessaria una migliore comprensione di come raggiungere l’equilibrio ottimale tra evitare il sovratrattamento e prevenire il sottotrattamento. A questo scopo, i ricercatori del Fred Hutch Cancer Center di Seattle, autori di un recente articolo pubblicato su JAMA, hanno analizzato 2.155 pazienti con tumore della prostata in fase iniziale che avevano optato per la Sorveglianza Attiva, reclutati dal 2008 al 2022 nello studio clinico osservazionale Canary Prostate Active Surveillance Study (CanaryPASS), che coinvolge dieci centri di cura negli Stati Uniti e in Canada.

I ricercatori hanno rilevato che, a dieci anni dalla diagnosi, la metà degli uomini non ha dovuto effettuare alcun trattamento. Meno del 2% di loro ha sviluppato metastasi e i decessi hanno riguardato meno dell'1% dei reclutati.

Per il 49% degli uomini che invece, che dopo diversi anni di Sorveglianza Attiva, hanno dovuto sottoporsi alle cure, sono state registrate le stesse percentuali di esiti negativi (basso tasso di recidiva e di metastasi) di quelle dei pazienti trattati immediatamente dopo la diagnosi, a dimostrazione del fatto che un trattamento ritardato non comporta esiti peggiori rispetto a un trattamento tempestivo.

“Questo studio dovrebbe rassicurare gli uomini con tumore della prostata sul fatto che, in presenza di un tumore a basso rischio, non è necessario sottoporsi subito a un trattamento e che la Sorveglianza Attiva, con un monitoraggio regolare, è una strategia di gestione sicura”, ha dichiarato Lisa Newcomb, PhD, Center, prima autrice dello studio e vice direttore del CanaryPASS.

Dati aggiornati sulla Sorveglianza Attiva sono stati presentati anche al Congresso della European Association of Urology che si è svolto a Parigi lo scorso aprile. Tra gli altri, particolarmente interessanti sono stati gli ultimi risultati dello studio della Sahlgrenska Academy dell'Università di Göteborg, in Svezia, uno degli studi più ampi finora condotti sull'argomento. Secondo i ricercatori svedesi, i nuovi dati indicano che il periodo di 15 anni dalla diagnosi, inizialmente raccomandato, nel quale effettuare il monitoraggio della Sorveglianza Attiva, deve essere esteso a 25 anni.

“L’attuale aspettativa di vita, oggi più estesa, giustifica una sorveglianza prolungata”, ha dichiarato Emmeli Palmstedt, PhD, ricercatrice presso il Dipartimento di Urologia della Sahlgrenska Academy dell'Università di Göteborg: “Il basso tasso di decessi per tumore della prostata nel periodo prolungato è rassicurante, ma il messaggio principale che emerge dagli ultimi dati è che la Sorveglianza Attiva permette di offrire un trattamento con intento curativo anche oltre i 15 anni.”


Europa Uomo
ESO
Cancerworld
Europa Donna

logo Europa Uomo white

Viale Beatrice d'Este 37 - 20122 Milano - ITALY
tel.: +39 02 58320773
email: europauomo.italy@europauomo.it
pec: europauomo.italy@legalmail.it 
codice fiscale: 97316260153
P.IVA: 13187090967

Resta informato

Resta informato sulle attività di Europa Uomo! Iscriviti alla nostra newsletter periodica!