• +39 02.5832.0773
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

News associazione

La tutela della qualità della vita nelle terapie mediche

Negli ultimi anni, in ambito oncologico, è cresciuta l’attenzione alla qualità di vita del paziente come obiettivo degli studi clinici. L’obiettivo principale di quasi tutti gli studi rimane la dimostrazione di un miglior controllo di malattia e di un prolungamento dell’aspettativa di vita, ma è altrettanto importante misurare l’impatto dei trattamenti sulla qualità di vita.

Il ruolo della radioterapia e il suo impatto sulla qualità di vita

Nella neoplasia prostatica la scelta terapeutica, oggi sempre più mirata a preservare la qualità di vita del paziente, si basa sulla valutazione di diversi fattori: si tiene conto infatti non solo dell’età e della presenza di patologie concomitanti ma anche, alla luce dei possibili effetti indesiderati legati a ciascun trattamento, delle preferenze del paziente stesso.

Il Ministero della Salute finanzia un progetto nazionale per lo screening del tumore della prostata

Il 2024 inizia con una buona notizia sul fronte della prevenzione: finalmente quest’anno anche in Italia, come già in diversi altri Paesi europei, partirà uno studio per valutare la fattibilità di un programma nazionale di screening del tumore della prostata. Il Ministero della Salute infatti ha stanziato un finanziamento di 500.000 euro per un progetto finalizzato a studiare le modalità di attuare un programma di screening del più diffuso tumore maschile, che in Italia colpisce ogni anno oltre 41.000 uomini.

Qualità della vita e chirurgia robotica: dai più recenti risultati funzionali alle nuove indicazioni

La chirurgia robotica è oggi una tecnica consolidata nel trattamento del tumore della prostata, perché migliora gli esiti funzionali dell’intervento di prostatectomia favorendo un recupero più completo di continenza urinaria ed efficienza sessuale. In associazione alla terapia farmacologica, essa rappresenta inoltre una nuova prospettiva che promette di offrire vantaggi terapeutici anche in caso di tumore avanzato o metastatico.

La PET con PSMA, una metodica di diagnosi e cura non invasive

La PET-PSMA, che utilizza radiofarmaci per evidenziare l’Antigene di Membrana Specifico della Prostata (PSMA), è una metodica diagnostica non invasiva e più accurata di quelle comunemente impiegate in fase di stadiazione e ristadiazione del tumore della prostata. La stessa metodica può essere impiegata anche a scopo terapeutico, utilizzando radioisotopi con particolari caratteristiche come il Lutezio177.

La Risonanza Magnetica Multiparametrica, un esame efficace e non invasivo

La RMmp è la metodica non invasiva più efficace nello studio della prostata, utilizzata nella valutazione di pazienti con PSA alterato per identificare i casi da sottoporre a biopsia mirata, per evitare procedure bioptiche non indicate, nella valutazione della sede e dell’estensione del tumore e nel controllo dei pazienti con neoplasie di basso grado in sorveglianza attiva.

Europa Uomo
ESO
Cancerworld
Europa Donna

logo Europa Uomo white

Viale Beatrice d'Este 37 - 20122 Milano - ITALY
tel.: +39 02 58320773
email: europauomo.italy@europauomo.it
pec: europauomo.italy@legalmail.it 
codice fiscale: 97316260153
P.IVA: 13187090967

Resta informato

Resta informato sulle attività di Europa Uomo! Iscriviti alla nostra newsletter periodica!