• +39 02.5832.0773
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

News associazione

Un nobel e il tumore (il mio). Incrocio tra lettura e amara realtà

Nel leggere un libro vi ho trovato descritto un “caso” pressoché identico a quello che ho vissuto: la fortissima similitudine mi ha spinto a descrivervi questi due casi.
Il saggio, “Nudge” [1] di Thaler & Sunstein, del premio Nobel per l’economia del 2017 Thaler, ha come tema il fatto che le nostre risposte ad ogni domanda sono “guidate” dal come è formulata la domanda stessa, dall’ambiente, dalla situazione specifica. Thaler chiama questi condizionamenti con il termine “nudge”, che in italiano potrebbe essere tradotto in “spinta gentile”, “spintarella”, “colpetto”, cioè un indirizzamento dolce e ben nascosto verso una ben definita risposta.

Fragilità e anti-fragilità nel periodo post-covid

“Dobbiamo imparare a utilizzare la conoscenza nel miglior modo possibile, senza mai dimenticare che abbiamo a che fare con esseri umani tanto più vulnerabili perché malati. La compassione è l’aspetto più importante di un medico, non l’intelligenza”.  Prof. Louis Denis

 A Luglio di quest’anno ci ha lasciato il Prof. Denis, una delle figure più importanti in ambito uro-oncologico e uno dei padri fondatori di Europa Uomo. Come medico e come paziente ha ribadito instancabilmente, tenacemente e, potremmo dire anche, testardamente, l’importanza di non limitarsi a trattare la malattia ma di curare la persona nella sua integrità. Infatti, se da una parte poneva l’accento sulla vulnerabilità del paziente in quanto “naufrago” nel mare tempestoso della malattia oncologica, dall’altra sosteneva il ruolo attivo della persona e il coinvolgimento di pazienti e familiari in processi decisionali condivisi con il medico, meglio se in un’ottica multidisciplinare.

Riflessioni giuridiche attorno al vaccino anti covid: obbligo e green pass

Premessa
Con un impegno straordinario, senza precedenti, la comunità scientifica internazionale, unita, si sta adoperando per proteggere l’umanità dalla diffusione del nuovo virus SARS-COVID-19.

Dalla dichiarazione di emergenza internazionale dell’O.M.S. del 30 gennaio 2020 fino alle prime somministrazioni in Italia delle prime dosi del vaccino, il 27 dicembre 2020, è passato meno di un anno. A metà ottobre 2021 è stato vaccinato il 73,65% della popolazione italiana.

Europa Uomo
ESO
Cancerworld
Europa Donna

Viale Beatrice d'Este 37 - 20122 Milano - ITALY
tel.: +39 02 58320773 - numero verde (da fisso): 800 869 960
email: europauomo.italy@europauomo.it
pec: europauomo.italy@legalmail.it 
codice fiscale: 97316260153

Chi siamo

Europa Uomo Italia ONLUS è il Forum Italiano del Movimento europeo Europa Uomo - The voice of Men with Prostate Cancer in Europe -, costituito da 27 Paesi, dedicato al raggiungimento dei 10 obiettivi del Manifesto per la prevenzione, la diagnosi e la cura del tumore della prostata.