• +39 02.5832.0773
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Image

Quest'anno ricorre il 20° anniversario dell’istituzione di Europa Uomo, movimento internazionale di advocacy per la tutela dei diritti degli uomini, pazienti e non, alla prevenzione e alla cura del tumore della prostata.

Le origini di Europa Uomo

Le origini del movimento sono italiane: la prima idea di Europa Uomo infatti fu formulata a Roma nel 2002, nell’ambito di un incontro sui bisogni dei pazienti con tumore della prostata promosso dal dottor Alberto Costa e dal professor Umberto Veronesi.  In quella occasione si formò un primo comitato temporaneo per la creazione di una nuova associazione internazionale di supporto per i pazienti, con il sostegno del Dottor Alberto Costa e del Professor Louis Denis come consulenti.

Lo statuto e il manifesto di Europa Uomo vennero in seguito definiti in Belgio nel 2003, in occasione di una riunione presso il Centro Oncologico di Anversa. Infine nel giugno del 2004 ancora in Italia, questa volta a Milano, il movimento Europa Uomo-The European Prostate Cancer Coalition venne legalmente istituita su modello dell’analogo movimento Europa Donna, dedicato alle donne con tumore del seno.

Gli eventi del ventennale - Europa

Per celebrare i primi 20 anni del movimento, quest’anno l’annuale Assemblea Generale europea si è svolta a Milano, nella città che ha dato i natali ad Europa Uomo. Dal 23 al 26 maggio i rappresentanti delle 27 sedi di Europa Uomo che compongono la coalizione - dall’Armenia alla Svezia, da Cipro all’Islanda – si sono radunati nel capoluogo lombardo dove lo staff della sede europea, in collaborazione con Europa Uomo Italia, ha provveduto ad organizzare per loro un programma di aggiornamento scientifico con un panel di relatori tutto italiano*. La cena di gala del 24 maggio è stata l’occasione per festeggiare i traguardi raggiunti nei 20 anni di storia del movimento.

* Programma Masterclass (Clicca per approfondire)

Gli eventi del ventennale - Italia

Si sono svolte il 13 giugno a Milano l’Assemblea annuale dei Soci di Europa Uomo Italia e la celebrazione del 20° anniversario dell’associazione.

Una mattinata ricca di emozioni, soprattutto quando è stato proiettato un video che ha ripercorso le tappe della nascita di Europa Uomo Italia, raccontate da uno dei suoi più importanti protagonisti, il Dottor Alberto Costa, CEO della Scuola Europea di Oncologia, che, insieme al Professor Umberto Veronesi, ebbe per primo l’idea di fondare un movimento maschile su esempio del già attivo movimento Europa Donna.

“La paura che ci sovrastava al pensiero di una diagnosi di tumore della prostata vent’anni fa, oggi non c’è più”, ha dichiarato in diretta il Dottor Costa, intervenendo in videocollegamento: “grazie all’introduzione della Risonanza Magnetica ci sono risparmiate biopsie dolorose e inutili e grazie ai progressi della radioterapia e all’affermarsi della Sorveglianza Attiva molti pazienti possono evitare interventi invasivi.”

E anche Europa Uomo ha guadagnato negli anni attenzione e riconoscimento da parte della comunità scientifica: Cosimo Pieri, rappresentante per l’Italia nel board europeo di Europa Uomo, ha spiegato in un video come l’impegno nel fornire dati attendibili sul vissuto dei pazienti abbia ottenuto a Europa Uomo di svolgere un ruolo sempre più di rilievo nei congressi europei di urologia.

I notevoli progressi compiuti nella gestione del tumore della prostata negli ultimi decenni e il ruolo fondamentale svolto dall’innovazione tecnologica anche in campo chirurgico sono stati illustrati dal Professor Bernardo Rocco, Presidente del Comitato Scientifico di Europa Uomo, che ha presentato la nuova compagine del Comitato Scientifico per il prossimo triennio e i suoi obiettivi: contribuire al fund raising, facilitare l’accesso ai nuovi farmaci, stimolare la nascita di network per nuovi studi e protocolli.

Il Presidente Claudio Talmelli ha riepilogato le attività svolte nell’anno trascorso e illustrato i progetti per il prossimo futuro: un percorso di eventi pubblici regionali, in dialogo e confronto con le Istituzioni e gli specialisti del territorio, il potenziamento de “i Venerdì” e la loro diffusione in altre regioni, lo sviluppo di nuove forme e strumenti di comunicazione e informazione, programmi formativi per i volontari e l’impegno con la comunità scientifica e le istituzioni per ottenere una rete nazionale di Prostate Cancer Units.

“Guardando al futuro”, ha concluso Claudio Talmelli, “siamo determinati a crescere, a diventare una comunità ancora più numerosa, con rappresentanze regionali in tutta Italia. Per riuscirci possiamo contare su una squadra di consiglieri motivati e di talento, ma non è sufficiente: abbiamo bisogno del supporto di tutti coloro che condividono la nostra visione. Siate anche voi volontari attivi, fate conoscere Europa Uomo e le sue attività, partecipate attivamente e proattivamente ai suoi progetti! Perché i prossimi vent’anni siano davvero vent’anni di nuovi traguardi, per la salvaguardia della salute maschile.”

Il video intervento del Consigliere Cosimo Pieri all'Assemblea dei Soci su "Il valore di Europa Uomo"

I FONDATORI DEL MOVIMENTO EUROPEO

CON IL SOSTEGNO NON CONDIZIONANTE DI

astellas

Europa Uomo
ESO
Cancerworld
Europa Donna

logo Europa Uomo white

Viale Beatrice d'Este 37 - 20122 Milano - ITALY
tel.: +39 02 58320773
email: europauomo.italy@europauomo.it
pec: europauomo.italy@legalmail.it 
codice fiscale: 97316260153
P.IVA: 13187090967

Resta informato

Resta informato sulle attività di Europa Uomo! Iscriviti alla nostra newsletter periodica!